INTERVENTO: PRO O CONTRO? La testimonianza di MARZIA

Intervento: pro o contro? Questa è una delle domande che ogni persona obesa si pone arrivati ad un certo punto della propria esistenza, e come spesso accade, ci si tormenta nel capire se valga davvero la pena rischiare la vita in un intervento o se meglio trovare altra soluzione. La verità è che nessuno può dirci cosa sia meglio fare, come nessuno ha la vera risposta, ogni persona in fondo a sè sa quale sia la scelta giusta per il proprio benessere.

Per aiutarvi in questa scelta abbiamo deciso di raccontarvi l’esperienza di Marzia che ha scelto di intraprendere il percorso bariatrico insieme a NOI, insieme alla grande famiglia di SMALL.

“Partivo da un peso quasi normale, prima di avere mio figlio pesavo 70 kg, ex sportiva, adoravo boxe e bodybuilding, passavo il tempo libero in palestra, adoravo camminare all’aperto, insomma a casa stavo poco e niente.

Poi è arrivato il matrimonio e la gravidanza, che sia chiaro, è una cosa stupenda e ringrazio il cielo per avermi dato questa possibilità, ma in seguito ad una attesa non rosea (ha avuto minacce d’ aborto nrd) il peso è notevolmente aumentato, oltre a questi fattori c’è stato anche il trasferimento in Piemonte, situazione nuova per me, avere un bimbo, vivere in una città nuova senza conoscere nessuno e con mio marito sempre fuori per lavoro. Tutti questi cambiamenti mi hanno portata a rinchiudermi in casa e sfogare la depressione sul cibo, mangiavo tanto e di tutto, in qualsiasi momento e quando avevo voglia, ma non mi fermavo al “dolcino” dovevo mandarne giù 4 o 5 per volta, ad esempio un vasetto di Nutella durava forse una giornata. Dopo l’aumento del peso, aver portato il bambino al asilo, ho deciso di fare qualcosa per la mia vita, ho cominciato a fare colloqui di lavoro ma nulla, nonostante in campo ristorativo avessi notevole esperienza ed un curriculum da invidiare, il mio aspetto impediva di essere presa in considerazione, le risposte erano sempre le stesse, “Signora, cercavamo altro!” oppure “Sa in questo campo, l’aspetto esteriore conta più di un buon curriculum…” altri invece avevano il timore che il mio fisico non reggesse i ritmi estenuanti del lavoro.

Decisi allora di riprendere a studiare, intraprendendo il corso da OSS (operatore socio sanitario) un campo che mi aveva sempre affascinata. Ma le cose non cambiarono, sempre discriminazione per il mio peso. Nonostante fossi brava e veloce, ero sempre troppo “ingombrante”. Qualche giorno dopo l’esame mi capitò, girando per Facebook di leggere un annuncio dell’associazione SMALL MAI PIU’ OBESI, subito ho titubato lo ammetto, avevo già in passato pensato di ricorrere alla chirurgia bariatrica, dopo le mille diete fallite, ma i tempi erano lunghissimi e snervanti. Però riflettendoci mi sono detta: “alla fine… se non va bene, ho solo perso altro tempo”. Così ho deciso di chiamare, Maria Carla che è stata subito gentilissima e capace di mettermi a mio agio, nel non farmi sentire giudicata e indicarmi scrupolosamente tutti i passaggi da fare, dalle visite a dove farle i costi (che tramite le convenzioni Small sono veramente irrisori), così nel giro di un paio di mesi avevo già la data del operazione fissata!!! Non potevo crederci! Ero al settimo celo!”

Tutto questo accadeva a Giugno 2017, ora ad Ottobre cosa ci dirà Marzia della sua scelta?

” Bhe, tirando le somme, indubbiamente la perdita’ di 16 kg è già di per sè un traguardo, il piacermi di più quando mi guardo allo specchio anche, siccome prima li evitavo come la peste! Per quanto riguarda il benessere, lo stomaco e la digestione sono migliorati tantissimo, non ho più quel fastidioso reflusso gastrico che mi sono portata dietro dalla gravidanza, niente più dolore alla cervicale o picchi di pressione alta, ho avuto miglioramenti anche riguardo il ciclo mestruale. Non lo avevo regolare da almeno 6 anni! Senza parlare dell’energia, della voglia di uscire, di fare, di vivere! Finalmente riesco a correre dietro a mio figlio ed ho ripreso l’attività fisica, non a livelli di prima, ma spero di tornarci presto.”

Infine abbiamo chiesto a Marzia una riflessione finale per chi come te, desidera avvicinarsi alla chirurgia bariatrica.

“Credo che già i punti esposti prima possano far capire alle persone che bisogna valutare bene l’intervento anzi che escluderlo a priori per paura, del giudizio altrui, dei familiari, o dell’intervento stesso. Si dovrebbe, invece, pensare ai positivissimi cambiamenti che porterebbe loro e cominciare a cambiare, non solo per piacersi, ma soprattutto per ritrovare quella salute che non puà che giovare a noi e chi ci sta vicino! Colgo l’occasione per ringraziare l’associazione che mi ha supportata e continua a farlo tutt’ora, grazie SMALL.”

Speriamo che abbiate le idee più chiare dopo la testimonianza di Marzia, ma se così non fosse, non perdetevi le altre testimonianze che posteremo prossimamente.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti