Fame nervosa

Fame nervosa…! Chi può affermare di non essere stato vittima almeno in un certo periodo di questo disturbo alimentare, che insorge ogni qualvolta si cerchi il cibo come compensazione ad una emozione?


È come se scattasse uno start che scollega la ragione dallo stomaco, e lo collegasse direttamente ai nostri pensieri più bui che ci recano più sofferenza.


Abbiamo mangiato: per noia, per rabbia, per insicurezza, per ansia da prestazione lavorativa o per crisi di abbandono.

Non importa quale sia l’emozione negativa ricorrente che ci ha fatti cadere nel cibo compulsivo ma sempre quell’emozione ha gestito la nostra vita.

Siamo consapevoli che il nostro percorso deve prevedere anche questo aspetto così importante.
Noi siamo ciò che mangiamo, e quindi… SIAMO CIÒ CHE PENSIAMO.

La nostra associazione “Small mai più obesi” ha iniziato gruppi di sostegno e autoaiuto in presenza del nostro psicologo dottor #Marco Pastorini, che nel pieno rispetto delle regole, il quale periodo ci impone, ha organizzato una serie di 5 incontri, in cui riflettere e trovare quindi un atteggiamento positivo da attuare ogni qualvolta scatti l’impulso irrefrenabile al cibo, non come esigenza fisiologica nutrizionale.


Stante le numerose richieste, la nostra associazione in accordo con lo psicologo dottor Marco Pastorini, ha deciso di organizzare veri e propri webinar per essere presenti capillarmente sul territorio nazionale, e raggiungere le tante persone che ci seguono e VOGLIONO MIGLIORARE.


Vi invitiamo a continuare a seguire la nostra pagina per avere presto ulteriori dettagli su questo progetto.

Qui di seguito mettiamo a vostra disposizione le varie interviste su grp presenti sul nostro canale youtube

Qui di fianco una parte dell’intervista su GRP con lo psicologo dottor Marco Pastorini

Qui sulla playlist di youtube troverete le interviste integrali, che vi consiglio di guardare cliccando in alto a destra dove ci sono le tre righe.

Maria Carla Ossola presidente dell’associazione Small mai più obesi.

Comments are closed.