la forza del gruppo e della solidarietà

La forza del gruppo e della solidarietà

Spesso, le persone mi domandano com’è possibile che nei nostri gruppi, io ed altre persone dedichiamo così tanto tempo per sostenerci l’un l’altro e sostenere le persone che si accingono a fare il nostro percorso.

Si stupiscono perché ci vedono così tanto impegnati agli orari più disparati, spesso trascurando i nostri impegni familiari e lavorativi.

Ma la risposta è sempre la stessa: aiutare e aiutarci fa del bene a noi. Quello che diamo, lo riceviamo in energia e determinazione. 🤝

Il mio percorso è un percorso collaudato da tantissimi anni, come spesso dico io: è da 21 anni che amo il mio strumento e, anche se in questi 21 anni ho avuto periodi bui, come tutti nella vita, il mio strumento mi ha sicuramente aiutato.

Io, già in passato, concentravo parte delle mie energie nel mondo del volontariato. Quando poi, finalmente, 4 anni fa è nata Small, ho avuto la prova che la differenza la fa il creare e il vivere nel mondo Small mai più obesi.

Ho deciso di fare questa breve riflessione dopo aver letto il racconto indiano chiamato “dei cucchiai”. In questo racconto è racchiuso il segreto di Small: con un braccio legato da un cucchiaio lungo è impossibile nutrirsi; ma è possibile nutrire un commensale, che a sua volta nutrirà noi. 🤲🏻

Dunque, aiutare le persone ad affrontare il cambiamento è la chiave per essere noi il nostro cambiamento.

 

Qui vi lasciamo il link del racconto, che contiene anche una breve rappresentazione video: http://principimorali.blogspot.com/2016/03/il-racconto-dei-lunghi-cucchiai.html?m=1

 

Maria Carla Ossola

Presidente Small mai più obesi

Tags: No tags

Comments are closed.