WhatsApp Image 2021-12-12 at 19.06.16

Come passare delle feste serene

Anche quest’anno, a conclusione di un anno per alcuni versi sicuramente più difficile di altri, in cui purtroppo alcuni di noi hanno perso o dei cari o il lavoro, e in cui abbiamo capito la precarietà del momento, la nostra malattia è stata purtroppo considerata un problema di secondo piano.

Invece no: la nostra malattia, quest’anno, ha sicuramente preso ancora di più i dati di una pandemia: tante persone ci contattano dicendoci che hanno preso 10, 15, 20 kg, proprio durante il lockdown o in questo ultimo anno.

Anche loro, come noi, si troveranno in riunioni familiari, dove spesso, invece di essere supportati dal calore familiare e dalla comprensione seguita da un incoraggiamento, sono sottoposti al giudizio. Mai come quest’anno ci sentiremo dire dagli altri commensali: “Ma sei ancora ingrassata” , “ma hai perso il lavoro” , “te l’avevo detto che così non andava bene”. 🙄

Queste situazioni così frustranti ci fanno ricadere negli errori di sempre: mancanza di fiducia in noi stessi e rifugio nel cibo. 😥

Nel Webinar dello scorso 20 dicembre, abbiamo affrontato questo tema con la dottoressa Maria Rosaria Cerbone, psicologa esperta in disturbi alimentari e coordinatrice degli psicologi e psichiatri di tutta Italia per la Sicob, operante sul territorio Campano.

Dietro nostra richiesta, ha trattato il tema così spinoso dei rapporti familiari 👨‍👨‍👧‍👦. Il Natale deve essere solo una ricorrenza per allietare i bambini, quindi il nostro focus devono essere loro, e qualora uno dei nostri congiunti o conoscenti dovesse tirare fuori dal cilindro delle cattiverie e degli argomenti che ci creano frustrazione, la cosa principale da fare è pensare: tanto questo sarà l’ultimo Natale da obesa, perché io a gennaio voglio cambiare, voglio contattare l’associazione e voglio farmi aiutare. 💪

Se noi abbiamo ben impresso nella nostra mente nel nostro cuore questo proposito, il nostro Natale sarà sicuramente un Natale utile, perché sarà ricordato come il nostro ultimo Natale di sofferenza.

I consigli alimentari, invece, che ci sono stati regalati dalla dottoressa Antonietta Rossi, nutrizionista esperta in bariatrica nel territorio Campano, sono stati ugualmente utili, perché improntati sulla qualità e sulle piccole quantità. 🍴

Ci è stato consigliato di scegliere, perché sempre nella vita abbiamo la possibilità di scegliere: possiamo scegliere il pasticcino migliore e scegliere di mangiarne solo uno o al massimo due, e non una guantiera; possiamo anche scegliere se mangiare 10 cucchiaiate di un cibo molto calorico ma molto natalizio, o sceglierne di mangiarne solo una, tanto il gusto è uguale 😋. Questo per le persone che stanno già facendo il nostro percorso e non vogliono rendere vani i sacrifici nell’ultima settimana.

Ma ci è stato anche consigliato che un pasto importante viene neutralizzato abbastanza se il passo che lo precede è fugace e quello che lo segue altrettanto. Quindi, non è il caso dopo il cenone di Natale fare un abbondante colazione, e, se si sa che si avrà anche il pranzo, la cena è meglio o saltarla o tenerla leggera con solo della verdura.

La dott.ssa ci ha anche fatto capire che è molto più pericolosa una quantità costante giornaliera di cibo calorico e dolce in periodo normale, che non i tre pasti importanti che facciamo durante le feste. Sono quindi più pericolosi gli sgarri quotidiani e costanti, che purtroppo siamo spesso abituati a fare. 🙅‍♀️

Vi lasciamo il link del video della diretta caricato sul nostro canale Youtube, nel caso vi foste persi qualcosa:

⬇               ⬇               ⬇

https://www.youtube.com/watch?v=aeRqLKpdUyo

 

E vi riproponiamo anche il video delle nostre ricette Small, per un pranzo di Natale sano e con i fiocchi!

 

Quindi, senza sensi di colpa, affrontiamo le festività come un dono per i bambini e dedichiamo loro del tempo, magari giocando con loro e uscendo la domenica pomeriggio a fare una passeggiata insieme, o a giocare al parco giochi, qualora riusciamo a renderlo possibile da parte nostra.

Noi di Small mai più obesi vi invitiamo a riprendere il percorso a gennaio sui nostri gruppi e a contattarci al più presto, per incominciare un 2022 all’insegna reale del cambiamento, noi ci siamo e ti aspettiamo!

 

Buon Natale e buon inizio anno

 

Maria Carla Ossola

Presidente Small mai più obesi

Add a Comment

You must be logged in to post a comment