locandina fame nervosa o emotiva

Fame nervosa o emotiva – distinguere la fame dalla voglia

Il tema della fame nervosa o emotiva è sempre un tema di grande interesse, infatti la diretta di lunedì 21 marzo è stata ascoltata da tantissime persone. 👥🤩

Chi fa parte dei nostri gruppi, sa quanto noi cerchiamo disperatamente di aiutarci l’uno con l’altro a superare questo dannoso problema. Il dottor Marco Pastorini, coordinato da Laura, una Smallerina molto attiva sui nostri gruppi e con un passato attento a queste problematiche, ci ha fatto riflettere quanto sia inutile (anzi dannoso ⚠) colpevolizzarci sempre per i nostri errori o per le nostre tentazioni. Il piacere va cercato, va accolto e non colpevolizzato. 🙆‍♀️

 

CIBO E PIACERE 😋

È la nostra bocca è quella che raccoglie il più alto numero dei recettori del piacere, quindi è inutile nasconderci: il cibo è e resterà uno strumento di piacere, ma non deve essere l’unico. Apprendiamo ogni giorno di più sui nostri gruppi che abbiamo dei talenti, che sono dei talenti naturali, e quando ci accingiamo a effettuare delle azioni utilizzando i nostri talenti queste azioni hanno un potere calmante, rilassante e sicuramente anoressizzante. 😮🧘‍♂️

Quindi il segreto, in fondo, è uno solo avvicinarci al frigo o alla dispensa, fermarci un secondo e analizzare: qual è l’emozione negativa che in quel momento ci spinge a mangiare? 🤔 Poi, comunque, non necessariamente dobbiamo fermarci dal mangiare, ma semplicemente fermarci e capire qual è il problema reale di fondo, che , prima o poi, riusciremo anche ad affrontare e risolvere. 💪

 

CONSIGLI ALIMENTARI DEI NOSTRI NUTRIZIONISTI 🍴

Nella diretta è intervenuta anche la dottoressa nutrizionista Claudia Collu, che segue i nostri pazienti in Sardegna. Ci ha dato dei consigli preziosi, come quello di circondarci di cibo buono e farine a basso indice glicemico, per poterci fare degli sfiziosi piatti senza andare a intaccare il lavoro del nostro percorso. 🔝

Quindi, in casa non devono mai mancare: farina di mandorle, farina di nocciole, farina di cocco, farina di segale integrale, lo yogurt greco, la ricotta, del buon dolcificante, possibilmente eritritolo, e del cacao.

Pochi accorgimenti, ma essenziali per fare il percorso al meglio e, soprattutto, non farci prendere da inutili e dannosi sensi di colpa. 🙅‍♀️

 

Vi lasciamo il link del video della diretta caricato sul nostro canale Youtube, nel caso vi vorreste rivedere qualche passaggio:

⬇               ⬇               ⬇

https://youtu.be/3vMBMajbgg4

 

PS: Il dottor Pastorini ci ha anche promesso che riprenderanno i nostri incontri collettivi, per lavorare sulle tematiche più importanti che ci affliggono e ci rendono vulnerabili in balia del desiderio di cibo! 🔝🤩

 

 

Grazie per continuare a seguirci

 

Maria Carla Ossola

Presidente Small mai più obesi

Add a Comment

You must be logged in to post a comment